Premio nel settore dell’energia Watt d’Or 2023: il premio speciale della giuria va a REFUGEES GO SOLAR+, partner Helion

17.01.2023Helion

Atmosfera di festa al Kursaal di Berna: il 12 gennaio 2023, di fronte a centinaia di rappresentanti del panorama energetico svizzero, appartenenti al mondo politico, economico e della ricerca, ha avuto luogo l’assegnazione del 16° Watt d’Or, il premio svizzero nel settore dell’energia. L’Ufficio federale dell’energia (UFE) intende così rendere omaggio a quei progetti che si sono distinti per l’eccellenza in ambito energetico. Il partner Helion, REFUGEES GO SOLAR+ vince il premio speciale della giuria. Congratulazioni! 

 

REFUGEES GO SOLAR+ offre prospettive radiose: l’offerta getta un ponte tra il settore dell’energia solare, che soffre di carenza di personale qualificato, e i rifugiati, che non riescono a ottenere un permesso di lavoro perché non posseggono una qualifica professionale riconosciuta nel nostro Paese. Il programma REFUGEES GO SOLAR+ è stato lanciato dalle organizzazioni non profit Root & Branch e Solafrica, con il sostegno di Swissolar, di SvizzeraEnergia e della Segreteria di Stato della migrazione. L’obiettivo dichiarato? Fornire una formazione ai rifugiati che partecipano al programma così che possano avere accesso al mercato del lavoro primario. Questa straordinaria offerta formativa si è rivelata un’iniziativa di grande successo: negli ultimi tre anni, il programma ha saputo consolidarsi in dieci Cantoni della Svizzera tedesca e francese. 

 

Helion partecipa all’offerta REFUGEES GO SOLAR+, unica nel suo genere, dal 2019. 

  

A nome di tutta l’azienda Helion, desidero congratularmi con REFUGEES GO SOLAR+ per il meritato premio speciale Watt d’Or 2023. L’approccio innovativo per combattere la mancanza di personale qualificato nel nostro settore ci ha convinto fin da subito.  A riprova di quanto appena detto: l’estate scorsa siamo riusciti a stipulare il quinto contratto di lavoro a tempo indeterminato con una persona rifugiata che è entrata nel settore della tecnologia solare. (Noah Heynen, CEO di Helion) 

 

Finora le esperienze sono state totalmente positive, come sottolinea Noah Heynen. E non solo a livello professionale. Mentre vengono offerte nuove prospettive lavorative ai rifugiati, cambia anche la mentalità dei dipendenti di Helion. È così che dalla collaborazione sono nate anche molte amicizie nella sfera privata. 

 

Ulteriori informazioni: https://www.bfe.admin.ch/bfe/it/home/ufficio-federale-dell-energia/watt-d-or.html