Pompa di calore o impianto di climatizzazione: come rinfresco la mia casa?

17.07.2020Helion
Pompa di calore o impianto di climatizzazione: come rinfresco la mia casa? Le pompe di calore non si limitano a riscaldare, ma possono essere utilizzate anche per rinfrescare la casa. La loro modalità di funzionamento e l’installazione sono molto diverse da quelle di un impianto di climatizzazione. Mentre in molti Paesi del sud gli impianti di climatizzazione fanno ormai parte della dotazione di serie, in Svizzera sono ancora un fenomeno marginale. I proprietari di casa che prendono in considerazione l’idea di acquistare un sistema di raffrescamento dovrebbero informarsi bene, al fine di trovare una soluzione che sia la più adeguata possibile alle calde giornate estive svizzere. Vi illustriamo i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le varianti.

 

Raffrescare il locale con un impianto di climatizzazione

Esistono diverse varianti di impianti di climatizzazione. A seconda del Cantone, in fase di acquisto bisogna tenere in considerazione le disposizioni vigenti relative a dimensione, potenza ed efficienza energetica dell’impianto. I più comuni sono i cosiddetti dispositivi split, nei quali viene installata un’unità all’interno ed una all’esterno, collegate mediante tubi. Attraverso i tubi scorre un refrigerante, con il quale viene raffreddata l’aria nella stanza. Uno degli elementi centrali è il compressore, che fa parte dell’unità esterna e produce un livello di rumorosità chiaramente percepibile, spesso arrecando fastidio al vicinato.

 

Un’alternativa ai dispositivi split sono gli apparecchi mobili compatti che assorbono il calore dalla stanza e lo dissipano verso l’esterno attraverso un tubo flessibile. Sono decisamente più economici rispetto ai relativamente costosi dispositivi split e possono essere usati in modo flessibile in diversi locali. Un loro svantaggio è la minore efficacia rispetto ai dispositivi split. Inoltre, con l’utilizzo si forma acqua di condensa che deve essere svuotata periodicamente. Tanto i dispositivi split quanto quelli mobili causano elevati costi di corrente e un rumore che risulta spesso fastidioso.

 

Rinfrescare il locale con una pompa di calore

Per raffrescare un locale con una pompa di calore se ne utilizza la funzione in modalità inversa. A differenza dell’impianto di climatizzazione, per questa soluzione non è necessario alcun dispositivo a parte. Il raffreddamento dell’ambiente avviene utilizzando il sistema di riscaldamento già esistente: l’impianto a pavimento o a parete garantisce un raffreddamento uniforme della temperatura in tutte le stanze. Il raffreddamento a parete funziona meglio di quello a pavimento; il tutto diventa ancora più efficace con un raffrescamento a soffitto. Il funzionamento è completamente silenzioso.

 

Il raffrescamento mediante pompa di calore può essere passivo o attivo. Dal momento che le pompe di calore sono molto efficienti dal punto di vista energetico, i costi per l’elettricità di entrambe le varianti sono contenuti, soprattutto se la corrente proviene dal proprio impianto solare. Uno svantaggio del raffrescamento tramite pompa di calore è che la temperatura ambiente non può essere abbassata per più di quattro gradi circa. In caso contrario, l’acqua di condensa che si forma potrebbe essere causa di muffa e di danni alla struttura edilizia.

 

Riassumendo: impianto di climatizzazione o pompa di calore?

Gli impianti di climatizzazione hanno una potenza di raffrescamento superiore rispetto alle pompe di calore, ma sono costosi e devono essere acquistati e montati in aggiunta all’impianto di riscaldamento esistente. Se si considera il numero limitato di giornate molto calde durante le estati svizzere, ciò comporta una spesa ingente. Inoltre, i dispositivi split consentono solitamente di raffrescare solo singole stanze.

 

Le pompe di calore sono un’alternativa ecologica agli impianti di climatizzazione e consentono, quando necessario, di abbassare gradualmente la temperatura dell’ambiente di alcuni gradi Celsius. Utilizzando le tubazioni dell’impianto di riscaldamento già esistenti il funzionamento può essere esteso a tutte le stanze della casa. Sia il livello di sonorità, sia i costi d’esercizio delle pompe di calore sono inferiori rispetto a quelli degli impianti di climatizzazione. Chi intende installare una pompa di calore farebbe bene a integrarvi direttamente anche la funzione di raffrescamento. In caso di pompe di calore già esistenti è eventualmente possibile effettuare un intervento di retrofitting. Solamente nei vecchi edifici con un cattivo isolamento non ha senso installare le pompe di calore come sistema di raffrescamento.