Come funziona una pompa di calore aria-acqua?

24.06.2022Helion
Funzionamento di una pompa di calore aria-acqua: Le pompe di calore aria-acqua sono di gran lunga le più diffuse in Svizzera. Veloci da installare e convenienti, sono adatte anche ad abitazioni e appartamenti in aree urbane, a differenza ad esempio delle sonde geotermiche. Come tutte le pompe di calore, quella aria-acqua segue il principio di funzionamento del frigorifero, ma in senso inverso: per riscaldare un edificio, la pompa aria-acqua ricava energia termica dall’aria dell’ambiente e la trasforma in riscaldamento.

 

Lo scorso anno il numero di nuove pompe di calore installate in Svizzera ha raggiunto livelli record. Finora, però, il successo dei sistemi di riscaldamento sostenibili riguarda per lo più i nuovi edifici: molti proprietari non sono ancora del tutto convinti, soprattutto quando si tratta di risanare vecchi edifici in aree urbane. Spesso ciò è dovuto a pregiudizi nei confronti delle pompe di calore: Ma chiunque studi più a fondo l’argomento, si rende subito conto di quanto siano in gran parte ingiustificati. Soprattutto le pompe aria-acqua sono ormai installabili in tutta semplicità in quasi ogni edificio e si ammortizzano nel giro di pochi anni. Un ventilatore convoglia l’aria attraverso un evaporatore, che la sfrutta per ricavarne energia. Il calore generato dall’aria viene poi utilizzato per riscaldare l’edificio in modo conveniente.

 
Pompa di calore aria-acqua: come funziona il modello di pompa più diffuso

Durante il giorno l’aria viene riscaldata dal sole. Le pompe aria-acqua sfruttano questa fonte gratuita di energia per produrre riscaldamento senza CO2. Mentre una pompa salina-acqua assorbe il calore dal terreno, nella pompa aria-acqua è un ventilatore ad aspirare l’aria esterna. L’installazione è quindi molto più semplice rispetto ad altre varianti. L’unità centrale della pompa utilizza l’aria calda per riscaldare un refrigerante. Non appena questo evapora e passa allo stato gassoso, un compressore lo comprime, aumentando la temperatura. Tramite il sistema di distribuzione, il calore generato viene trasferito ai radiatori o all’impianto a pavimento per riscaldare l’edificio. Quindi il refrigerante si raffredda e il processo ricomincia daccapo.

Chi decide di acquistare una pompa di calore aria-acqua può scegliere se installarla dentro o fuori. In termini di costi e prestazioni, le due varianti sono equivalenti. Il fattore decisivo è la posizione scelta dai proprietari per l’installazione. Chi ha uno scantinato, può installare l’intero impianto all’interno dell’edificio. La soluzione più utilizzata è tuttavia l’installazione all’esterno, con la maggior parte della pompa collocata all’esterno dell’edificio.

 

Vantaggi e svantaggi delle pompe di calore aria-acqua

Oltre all’impiego di energie rinnovabili, il vantaggio essenziale delle pompe aria-acqua è la facilità di installazione. Chi opta per l’acquisto non deve preoccuparsi di approvazioni del comune o grandi interventi edilizi. Grazie a questo aspetto e al ridotto spazio richiesto (pochi metri quadrati), le pompe aria-acqua sono ideali per le aree urbane e l’ammodernamento di vecchi immobili. Per una resa ottimale, in caso di risanamento è importante prestare attenzione a un adeguato isolamento termico dell’involucro edilizio.

 

A causa del compressore e del ventilatore, è inevitabile che le pompe di calore generino rumore, ma essendo compreso tra i 30 e i 60 decibel, è paragonabile a quello prodotto da un normale frigorifero. Il ventilatore è un’ulteriore fonte di rumore, per cui le pompe aria-acqua sono tra le più rumorose. Le emissioni sonore si possono comunque ridurre al minimo con una scelta strategica della collocazione («Principio di prevenzione inquinamento acustico»; art. 11 cpv. 2 della Legge sulla protezione dell’ambiente) e apposite misure antirumore. Un altro svantaggio delle pompe aria-acqua è legato alle variazioni della temperatura esterna. Più fredda è l’aria esterna, maggiore è la corrente richiesta dalla pompa per produrre calore sufficiente. Le pompe aria-acqua non sono adatte a regioni con temperature inferiori a – 20 gradi Celsius.

 

Funzionamento delle pompe di calore: quale variante fa al caso vostro?

Siete interessati a una pompa di calore? Non esitate a contattarci se avete dei dubbi su quale sia la variante giusta per voi: con la campagna della Confederazione sul calore rinnovabile, Helion offre una prima consulenza gratuita. I nostri consulenti certificati saranno lieti di supportarvi nel vostro progetto – contattateci!